Terranova

Il Terranova è una razza canina, originaria dell'omonima isola canadese. Forte e di grandi dimensioni, è molto portato al soccorso acquatico.

Sono molte le ipotesi sulle origini di questa diffusissima razza. Una delle più probabili lo farebbero risalire ai cani da orso portati in America dalle navi vichinghe. Altri invece ritengono che si sia evoluto a partire da una razza asiatica legata al Mastino del Tibet arrivato nelle Americhe assieme alle popolazioni che attraversarono lo stretto di Bering durante la glaciazione.
Questo veniva impiegato nella caccia, per il traino, per la pesca e anche per la guardia ai villaggi. È molto probabile che entrambe le teorie siano valide: infatti il sangue dei cani importati dai Vichinghi si potrebbe essere incrociato successivamente con una razza appartenente alle popolazioni nomadi provenienti dall'Asia, dando vita al progenitore dell'attuale Terranova.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Terranova_(razza_canina)

Il Terrier nero Russo è una razza canina di origine russa riconosciuta dalla FCI. 

Il Terrier Nero Russo (spesso abbreviato in BRT da Black Russian Terrier), o Tchiorny terrier, chiamato talvolta anche cane di Stalin (Sobaka Stalina), è una della più recenti razze canine. Siccome il Ministero della difesa sovietico necessitava, alla fine della seconda guerra mondiale, inizio anni cinquanta, di una razza autoctona, che potesse rendersi utile nella protezione civile (oltre che a polizia ed esercito), venne intrapreso un lavoro di accoppiamento e selezione tra diverse razze, tra cui Schnauzer gigante (il capostipite indiscusso era un grosso maschio di nome Roj, decisamente fuori-taglia) e femmine di Airedale terrier; successivamente, per aumentare la mole, vennero impiegate femmine di razza Rottweiler. Infine, per mitigarne l'aggressività, furono impiegate femmine della razza Cane da acqua Moscovita, molto simile al Terranova.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Terrier_nero_russo

 

 

Il Tosa, detto anche Tosa Iinu, è una razza di cane di origine giapponese. Il nome deriva dalla zona in cui è stato originariamente allevato, che è appunto la provincia di Tosa in Giappone.

La coda è molto forte alla radice, si assottiglia verso la punta. Viene portata pendente e deve arrivare fino ai garretti. Il colore preferito è rossiccio carico e caldo; sono permesse delle macchie bianche su fondo rosso, o macchie rosse su fondo bianco o su una sfumatura a base del rosso. Il pelo è duro e copre il corpo in modo molto folto. L'occhio è abbastanza piccolo e di colore marrone rossastro. Le orecchie sono relativamente piccole, piuttosto sottili, e nelle parti inferiori poggiano sulle guance. La parte superiore del cranio è larga; i seni frontali formano con il dorso nasale diritto un angolo ottuso (stop). Il muso è di media lunghezza. Le mascelle sono forti.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Tosa_(razza_canina)

Tibetan Mastiff

Il Mastino Tibetano è una razza canina di origine tibetana riconosciuta dalla FCI.

Poche sono le razze ad essere state circondate da un alone di leggenda come quello che ha accompagnato il Mastino Tibetano attraverso i secoli, dalla celebre citazione di Aristotele, passando per le cronache di viaggiatori come Marco Polo (che nella sua opera il Milione li descrive come alti come un asino e potenti come un leone nelle fattezze e nella voce), fino agli esploratori inglesi dell'800, che ne portarono alcuni esemplari in Europa (dove finirono esposti come belve allo zoo di Londra).Nella letteratura cinofila lo troviamo spesso citato come progenitore di tutti i Molossoidi, o perlomeno dei Cani da montagna, teoria derivante probabilmente proprio dalle numerose citazioni di autori antichi, oltre che da alcune caratteristiche primordiali della razza, come ad esempio l’unico ciclo riproduttivo annuale delle femmine (caratteristica propria del progenitore selvatico, il lupo).

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Tibetan_Mastiff

Il Tibetan Terrier è una razza canina originaria del Tibet, dove nel corso di molti secoli venne allevata e tenuta in grande considerazione sia dal popolo che dalla nobiltà, che le attribuivano caratteri di cane sacro e portafortuna.

Il suo ruolo era quello di sentinella sia nei villaggi che nei palazzi e nei monasteri; i suoi sensi acuti gli permettevano di percepire e segnalare ogni rumore sospetto, allertando sia gli uomini che i possenti mastini. Come tutti i cani in quella terra, il Terrier del Tibet non veniva mai venduto, ma offerto a visitatori o amici, in pegno di felicità e di prosperità.
Nel 1920, la dottoressa Agnès Greig introdusse in occidente i primi soggetti di questa razza, che una principessa tibetana le aveva offerto in segno di ringraziamento per le cure mediche ricevute.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Tibetan_Terrier

 

 

Il Tobet è un molosso asiatico proveniente dal Kazakistan. È un cane di grossa mole (può superare i 90 chili), la cui funzione è quella di proteggere le greggi dai predatori. Un singolo Tobet può essere in grado di affrontare un lupo, tanto che in Russia è soprannominato "Volkodav", ovvero "demolitore di lupi". Il tobet può anche venire utilizzato per guidare greggi o mandrie di bovini e persino di cavalli.

Il Tobet viene anche impiegato nella caccia al cinghiale, di solito in mute miste di Tazy (levriero afghano) e Tobet, nelle quali funge da cane da presa.Durante il periodo sovietico molti cani provenienti dall'Asia centrale vennero portati in Russia e da essi si originò il cosiddetto Pastore dell'Asia Cetrale o CAO. In realtà questa è una razza inventata dai sovietici che risulta dall'amalgama di linee ancestrali quali appunto il Tobet del Kazakistan, l'Alabai del Turkmenistan e molte altre razze locali.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Tobet

torna indietro