Maltese

Classificato come cane da compagnia, il Maltese è una razza molto antica. Infatti, è presente fin dai tempi dei romani le cui donne nelle case nobili lo tenevano per la sua bellezza ed estrema intelligenza.

Nella tomba di Ramsete II, che regnò tra il 1278 a.C. e il 1213 a.C., furono trovate statuette che lo raffigurano. Questo cane non è originario dell'isola di Malta, come si potrebbe pensare, ma a Malta i fenici lo importarono dall'Egitto per poi venderlo. L'origine del cane maltese è mediterranea.
La prima esposizione a cui questo cane partecipò fu nel 1862 in Gran Bretagna.

In passato fu utilizzato sulle navi e nei porti come cacciatore di piccoli roditori. Inoltre si pensa che questa particolare razza dal pelo bianco fosse utilizzata addirittura nel 5000 a.C. (circa) dai Sumeri come cane da compagnia per i più ricchi.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Maltese_(cane)

Il Mastino Napoletano è una razza canina che deriva dai molossoidi rustici, diffusi nelle campagne delle regioni meridionali italiane.

La razza è discendente diretta dei grossi molossi assiro-babilonesi, diffuso poi dai Romani in tutta Europa. Data la sua forte storicità, il mastino napoletano rappresenta un vero e proprio "monumento vivente" della moderna cinofilia.Durante il regno borbonico, conosciuto come "Cane 'e presa", fu utilizzato come cane da guardia e successivamente, durante l'epoca del brigantaggio, fu usato come "soldato" contro l'esercito sabaudo.
Rischiata l'estinzione agli inizi del XX secolo, la razza fu riscoperta durante il secondo dopoguerra nelle campagne napoletane ed avellinesi, dalle quali è scaturito l'attuale nome di "mastino napoletano".

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Mastino_napoletano

 

 

Il Mastino dei Pirenei è una razza di cane del tipo cane da montagna, tradizionalmente adibito ad ausiliare nell'attività della pastorizia il suo principale compito era accompagnare le greggi durante la transumanza, custodendo gli ovini nelle vallate del versante spagnolo dei Pirenei.

Le sue più lontane origini sono da ricercare probabilmente con quelle del "cugino" di Castiglia, il mastino spagnolo, ma la storia, la geografia delle valli, le diverse esigenze (la transumanza aragonese prevedeva tragitti molto più brevi di quelli di Castiglia), hanno delineato una razza molto più imparentata con i cani del versante francese (il famoso patou, cane da montagna dei Pirenei). Il fiume Ebro ha rappresentato una barriera tra le due razze spagnole. A partire dalla "pace dei Pirenei", firmata nel 1659 tra il reggente di Francia, Cardinale Mazzarino, e Filippo IV re di Spagna, che tracciava una linea di confine tra i due versanti della cordigliera, i cani subirono opere di selezione diverse, che alleggerirono il "francese", mentre conservarono nello "spagnolo" le caratteristiche primitive di pesantezza e rusticità.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Mastino_dei_Pirenei

 

 

Il Mastino Spagnolo è una razza di cane, molossoide tipo cane da montagna, tra i più grossi ed imponenti. I maschi arrivano alla ragguardevole altezza di oltre 90 cm, con un peso che supera i 110 kg.

La corporatura massiccia, la pelle lassa, la giogaia abbondante, le orecchie pendenti, e lo sguardo tranquillo, unitamente all'indole pacata, trasmettono a chi non conosce la razza una sensazione di cane pigro ed indolente e con scarse attitudini all'azione. Al momento del bisogno però la forza del mastino si rivela in maniera esplosiva, con scatti che stupiscono il neofita per velocità ed agilità insospettate. La selezione operata dal lavoro di custode delle greggi transumanti negli sterminati territori di Castilla, dove spostamenti quotidiani di 30 km erano la norma, gli ha fornito anche una notevolissima resistenza di fondo nel camminare.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Mastino_spagnolo

 

 

 

Il Mastino Tibetano (conosciuto anche come Tibetan mastiff) è una razza canina di origine tibetana riconosciuta dalla FCI.

celebre citazione di Aristotele (che parlava dei feroci cani orientali come frutto dell'unione di cani e tigri), passando per le cronache di viaggiatori come Marco Polo (che nella sua opera il Milione li descrive come alti come un asino e potenti come un leone nelle fattezze e nella voce), fino agli esploratori inglesi dell'800, che ne portarono alcuni esemplari in Europa (dove finirono esposti come belve allo zoo di Londra).

Nella letteratura cinofila lo troviamo spesso citato come progenitore di tutti i Molossoidi, o perlomeno dei Cani da montagna, teoria derivante probabilmente proprio dalle numerose citazioni di autori antichi, oltre che da alcune caratteristiche primordiali della razza, come ad esempio l’unico ciclo riproduttivo annuale delle femmine (caratteristica propria del progenitore selvatico, il luo).

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Mastino_tibetano

Mastiff

Il Mastiff è una razza di cane molossoide di tipo Mastino. Di lui il cinologo inglese Edwards, nella sua opera Cynographia Britannica (Londra, 1800), scrisse "... il Leone sta al Gatto come il Mastiff sta al Cane...". Il nome deriva probabilmente dall'antico termine sassone "Masty" = "Potente".

Pare che la razza fosse presente sulle isole britanniche sin dal VI secolo a.C. Di certo questi cani vennero incontrati dai legionari durante la conquista, i celebri Pugnaces Britanniae, impiegati come temibili ausiliari in battaglia, ma anche nella caccia alla grossa selvaggina, vennero poi portati sino a Roma a combattere nei circhi, ed apprezzati al punto da incaricare un ufficiale apposito Procurator Cynegii al loro reperimento.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Mastiff

Maremmano

Il Cane da pastore Maremmano Abruzzese è una razza canina italiana, originaria del centro Italia più propriamente all'appennino abruzzese, del gruppo pastori e bovari.

Appartiene al ceppo dei grandi cani bianchi del Centro Europa, stirpe antichissima di guardiani di armenti e del gregge dal carattere diffidente e bellicoso, arrivato in Itaia dal Medio Oriente. L'area di maggiore diffusione di questa razza è piuttosto vasta: va infatti dalla Provincia di Grosseto, all'alto Lazio, passando per l'Umbria del sud, l'Abruzzo, l'Appennino Campano, il litorale molisano e la Puglia del nord. In questa zona dell'Italia Centrale-meridionale si è evoluto come razza a sé e viene descritto già da Columella (I secolo d.C.) come strenuo difensore del gregge nei confronti del Lupo.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Pastore_maremmano-abruzzese

torna indietro