Il Chihuahua è un cane di piccole dimensioni.

Il nome è dovuto alla capitale dell'omonimo Stato messicano dove sono nati i primi allevamenti di questa razza canina, dove è conosciuto come
chihuahueño (pron. approssimativa "ciuauegno").
I chihuahua possono essere a pelo corto o a pelo lungo. Tutti i colori sono ammessi e accettati nello standard della razza, mentre il peso accettato varia da kg 1,5 a kg 3. È provvisto di coda portata alta e a volte piegata verso il dorso, la testa ha la forma a "lampadina", le orecchie ben aperte hanno l'attaccatura all'altezza degli occhi, che sono rotondi ma non sporgenti, possiede una dentatura che richiede cure e attenzione. Le sue dimensioni lo rendono particolarmente adatto come cane da compagnia o da salotto, ma è un cane molto attivo. Spesso abbaiano per difendersi, come tutti i cani di piccole dimensioni, ma non risultano particolarmente aggressivi.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Chihuahua_(razza_canina)

Il Cane Corso Italiano è una razza canina di origine italiana riconosciuta dalla FCI.

Si tratta di una razza molto diffusa, fino agli anni 1950 e in epoche più remote nel resto d'Italia. Morfologicamente appartiene al gruppo molossoide e dal punto di vista funzionale ai cani da presa; per tipologia è molto probabilmente collegato filogeneticamente a quei cani grandi e combattivi di cui vi è testimonianza sin dall'antichità (v. bassorilievi assiri 669-633 a.C.).
I briganti dell'Italia del Sud spesso si avvalevano di cani corsi oltre che di mastini napoletani, i quali servivano per fare la guardia nei rifugi e percepire a distanza l'avvicinarsi del nemico. Famosi quelli del brigante Francesco Mozzato, detto "bizzarro". Costui dal 1802 fu a capo di una banda che compì una lunga serie di delitti in Calabria. Quando la compagna di Bizzarro decise di ucciderlo perché il brigante aveva ammazzato a sangue freddo il loro figlio neonato, la donna dovette chiedergli con una scusa di mettere alla catena il suo cane corso, affinché non proteggesse il padrone come faceva sempre. Bizzarro non fu il solo ad adoperare cani corsi per fini connessi al banditismo.

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Cane_corso

 

 

Il Chow Chow è una delle razze più antiche ed è per questo difficile risalire correttamente all'origine.

Divenne popolare in Cina circa 2000 anni fa e i primi esemplari furono introdotti in Inghilterra nel 1780 da mercanti cinesi. Nella patria di origine era molto apprezzato dagli imperatori per le sue notevoli doti di fiuto e di grande forza. Per queste caratteristiche fu utilizzato come cane da guardia (di case e di barche), da caccia (di lupi e grossa selvaggina), da tiro al carretto. È difficile risalire all’etimologia del nome, ma probabilmente sembra derivare dal termine antico "chaou" o dal termine "tchaou", che designava questi importanti commercianti cinesi che si recavano in Europa per vendere la loro merce chiamata proprio "chow chow". La pelliccia e la carne sono molto ricercate dai cinesi e dai coreani, i quali spesso lo allevano a scopo culinario, un'usanza che coinvolge anche altri cani, di razza e non. Alla fine del 1800 era possibile trovare alcuni esemplari di Chow Chow nei giardini zoologici inglesi, descritti come cani semi selvatici. Questo era inoltre il cane preferito dello zoologo Konrad Lorenz e del padre della psicanalisi Sigmund Freud nonché dal presidente americano Calvin Coolidge. Altre personalità note proprietarie di Chow Chow sono: Peri Gilpin, Janet Jackson, Drew Barrymore, Selena Gomez, e Matthew McConaughey. Il Chow Chow è una razza canina aristocratica, nobile ed ambita; pressoché impossibile trovare un cucciolo di Chow gratis, i cuccioli possono arrivare a costare anche 2500 Euro.

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Chow_Chow

Carlino

Il Carlino (in inglese Pug, in tedesco Mops, in francese Carlin) è un cane da compagnia di piccola taglia.

Il carlino ha un aspetto simile a un bulldog, ma è più piccolo. Una sua caratteristica è quella di emettere, durante il respiro, un rantolo simile a suoni asmatici, sebbene ciò non sia dovuto a difficoltà o complicazioni respiratorie. Un'accurata selezione della razza è volta ad eliminare questo "difetto", che per alcuni è molto fastidioso.
È un cane solido e compatto, ben proporzionato e con una testa inconfondibile, piatta e piena di rughe; il muso è sempre nero, e perciò viene detto pafusso. In ragione della conformazione del muso, questo risulta essere molto espressivo e simpatico. Ha un carattere calmo, molto sensibile, leale e affettuoso. È un cane abbastanza pigro, dorme molto ed è poco incline al moto.
Nei primi 2 o 3 anni di vita, i maschi sono molto più iperattivi, dal terzo in poi sono più calmi e rilassati, come del resto tutti i molossoidi.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Carlino_(razza_canina)

Il Cirneco dell'Etna è un cane appartenente ad una razza molto antica, che ha subito poche manipolazioni nel corso dei secoli.

Le origini del cirneco risalgono al 1000 a.C. Si dice che questa razza derivi dai cani dei Faraoni egizianidelle ultime dinastie e da cani importati in Sicilia dai commercianti fenici. Successivi studi hanno indicato che molto probabilmente il Cirneco è una razza autoctona siciliana.
Il cirneco dell'Etna appartiene alla classe dei cani da caccia di tipo primitivo; è un animale molto veloce e per questo viene utilizzato soprattutto nella caccia al coniglio selvatico e alla lepre.
Si presenta con una figura molto snella, con gambe lunghe, orecchie dritte e con un corpo muscoloso ma nello stesso tempo molto elegante. Ha un fiuto eccezionale ed è agilissimo nel cambiare direzione durante l'inseguimento della preda. Da notare che, sebbene l'aspetto del cirneco ricordi quello dei levrieri, non caccia a vista ma usa l'olfatto, come un cane da cerca; secondo la classificazione della Federazione Cinologica Internazionale (F.C.I.), tutti i cani appartenenti alla razza dei "levrieri" appartengono al 10º gruppo, mentre il cirneco è inserito nel 5º Gruppo, quello delle razze di tipo primitivo.

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Cirneco_dell%27Etna

 

 

Il Cocker Spaniel Inglese è una razza di cane da caccia, selezionata originariamente per la caccia della beccaccia. Ottimo nuotatore, è adatto al lavoro in palude.

Esiste anche il Cocker Spaniel americano. Non si tratta di una varietà, ma di una razza a sé stante, riconosciuta ufficialmente e descritta in un proprio standard di razza. Il Cocker è una razza che ha un tronco cosiddetto "nel rettangolo", anche se la sua altezza è circa pari alla sua lunghezza (misurata però dalla radice della coda alla punta del garrese, piuttosto che alla punta dello sterno: come invece nel caso delle razze propriamente dette "nel quadrato").
Carattere allegro con la coda dal movimento incessante e gioioso, in particolare quando segue una traccia incurante delle difficoltà del terreno, il Cocker Spaniel ha un cranio ben sviluppato e cesellato con lo stop ben marcato posto a metà tra tartufo e occipite.
La bocca ha mascelle forti con una completa dentatura che chiude a forbice. Gli occhi, mai chiari, danno un'espressione dolce ed intelligente, sempre all’erta, vivace ed allegra. Le orecchie sono inserite basse al livello dell’occhio e arrivano in lunghezza fino al tartufo, oltre ad essere ben ricoperte di pelo lungo, liscio e setoso.

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Cocker_Spaniel_inglese


Cavalier King

Il Cavalier King Charles Spaniel è una razza di cani di piccola taglia. È un piccolo spaniel con un manto setoso di lunghezza media, solitamente lievemente curvato, e lunghe orecchie.

La razza è stata creata nel XX secolo, nonostante abbia origine dal King Charles Spaniel esistente già nel Settecento.
er molti secoli piccole razze di spaniel sono state popolari in Inghilterra. Nell'XI secolo, nel regno di re Canuto, era illegale cacciare con ogni cane che non poteva passare da un buco di 11 pollici di diametro. Come conseguenza, la "nascita" del Toy Spaniel in Inghilterra. Qualche secolo dopo i Toy Spaniels sono diventati popolari come razza da compagnia, specialmente della famiglia reale. Infatti il King Charles Spaniel è stato così chiamato perché uno spaniel di tipo Blenheim era il cane di compagnia di re Carlo I. Il re Carlo II promulgò addirittura un editto che impediva di proibire l'ingresso ai King Charles Spaniel in ogni luogo pubblico, Parlamento incluso.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Cavalier_king

torna indietro