border collie
Il Border Collie è una razza canina britannica riconosciuta dalla FCI.

La razza ha avuto origine tra la Scozia e l'Inghilterra, da qui il nome "border" (confine); l'etimologia della parola "collie" è invece incerta: secondo alcuni deriva da "Coleius" (fedele, in gallese), secondo altri da "coley" (nero), infine secondo una terza ipotesi deriverebbe da "colley", una razza di pecore scozzesi.

Una suggestiva teoria sostiene che il Border Collie discenda dai cani da pastore da renna giunti in Scozia con l'invasione dei Vichinghi. In seguito sarebbero stati incrociati con cani da pastore autoctoni. Grazie alle eccellenti capacità di sorveglianza e di conduzione delle greggi, la razza si è affermata all'epoca del boom della produzione laniera, nel XIII secolo. Il border collie ha avuto una selezione molto severa realizzata in modo naturale e senza interventi artificiali: per i compiti a loro affidati, questi cani hanno sviluppato una grande resistenza ed una buona costituzione fisica necessaria al lavoro negli aspri terreni inglesi, in sintonia col pastore.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Border_Collie


Il Barbone è una razza canina di origine francese o tedesca. Nei tempi antichi, grazie al suo fiuto e alla sua predisposizione a stare in acqua, il barbone era impiegato nella caccia alle anatre come cane da riporto in acqua: il suo nome francese "caniche" deriverebbe infatti da "canard" (che significa appunto "anatra") oppure da chien canne (cane da canna); in tedesco ("pudel") e in inglese ("poodle") il nome deriva dall'arcaico tedesco "pudeln" che significa letteralmente "lanciarsi nell'acqua". Contrariamente al suo utilizzo antico, il Barbone viene oggi posto nel IX gruppo della classificazione FCI (Federation Cynologique Internationale), cioè nella categoria dei cani da compagnia.

Sull'origine della razza ci sono diverse dispute: le due tesi più accreditate riconducono comunque la provenienza del barbone alla Francia o alla Germania. Secondo i francesi la razza discenderebbe da un cane d'acqua oggi estinto chiamato "Barbet", secondo i sostenitori della discendenza tedesca, invece, lo stesso Barbet potrebbe discendere da una razza di origine asiatica arrivata in Europa grazie al contatto dei Goti e degli Ostrogoti con le popolazioni orientali, oppure potrebbe essere stata allevata dai Berberi nel Nord-Africa fino a trovare la strada Europea passando dal Portogallo.

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Barbone_(cane)

 


Il Basenji è una razza di cane originaria dell'Africa centrale, specificatamente della regione del Congo. L'origine del suo nome deriva dalla lingua bantu e significa indigeno.

Altri nomi sono: Cane del Congo, Cane degli Egizi, Cane della boscaglia africana, Cane che non abbaia, Avuvi, Ango Angari.
Sui graffiti egizi le prime immagini di questo animale. Lo si credeva completamente estinto, ma gli inglesi colonizzando l'Africa lo riscoprirono nelle regioni tra il Congo e il sud del Sudan a metà del 1800. Le tribu Pigmee ne sfruttavano l'eccellente vista, la velocità e la silenziosità per la caccia. Era utilizzato anche come guida nella foresta e come segnalatore di animali feroci. Portato in Inghilterra e affinato a partire dagli anni trenta. Poco conosciuto in Italia.

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Basenji

Bassethound

Il Basset Hound è una razza di cane originaria dell'Europa, il cui nome deriva dall'unione del termine francese "Bas" (bassetto), e dalla parola inglese "Hound" (segugio).

Le origini della razza derivano da cani da caccia francesi e dal Bloodhound. In particolare da una selezione dei cosiddetti "bassetti", cani affetti da acondroplasia (nanismo), tali da avere l'aspetto di un cane di dimensioni normali, ma con arti corti e torti. La differenza infatti che salta subito all'occhio tra "bassotto" e "bassetto", è appunto che il primo è un cane piccolo in tutte le dimensioni, più lungo del normale. Mentre il secondo è un cane di taglia medio-grande (ossatura compresa), che però ha le zampe corte.

...continua..http://it.wikipedia.org/wiki/Bassethound.

Il Bichon frisé (bichon a poil frisé, chiamato anche Bichon Tenerife) è una razza canina di compagnia.

Il Bichon Frisé è un cane di origine europea ma il paese dal quale proviene è ancora oggi tema di dibattiti. Discendente del Barbone, da cui deriva il termine "Barbichon" poi abbreviato in "Bichon", pare faccia parte della famiglia del Bolognese e del Maltese.
Del Bichon fanno parte quattro categorie: il Bichon Maltese, il Bichon Bolognese, il Bichon Havanese e il Coton de Tulear. Si ipotizza che questa razza sia di origine francese, anche se molti reputano che il paese di provenienza sia la Spagna.
Gli esperti ritengono si tratti comunque di una razza mediterranea. L'origine è databile tra il 600 a.C. e il 300 a.C. Grande viaggiatore, era spesso utilizzato dai marinai come merce di baratto.
Conobbe una grande notorietà in Spagna e probabilmente furono gli spagnoli ad introdurlo nelle Isole Canarie.

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Bichon_Fris%C3%A9

 

Il Bobtail (anche chiamato Old English Sheepdog) è una razza canina di origine britannica riconosciuta dalla FCI.

Le origini del Bobtail sono alquanto incerte. Come altri cani da pastore europei discende dal ceppo comune dei cani da pastore dell'Asia occidentale. Per quanto riguarda le origini più recenti, alcuni sostengono sia originario della contea di Dorset, mentre altri lo vogliono dell'Oxfordshire, e altri ancora del Wilthshire o del Sussex. L'esordio alle esposizioni non fu tra i più felici. tre soggetti presentati all'Expò di Birmingham nel 1873, vennero bocciati clamorosamente ed ebbero solo un premio secondario. Tra il 1885 e il 1888 fu redatto il primo standard, rimasto pressoché immutato fino ad ora, nel 1888 fu fondato il primo club di razza. Intorno agli anni cinquanta del Novecento, il Bobtail incontra finalmente un notevole successo fra gli appassionati.

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Bobtail

Boxer

Il Boxer o Deutscher boxer è il nome di una razza canina appartenente alla famiglia dei Molossoidi.

Affonda le sue radici in Germania: attorno al 1870 un gruppo di cinofili di Monaco di Baviera crearono il loro cane ideale tentando l'incrocio tra il Bullenbeisser e il Bulldog inglese. Nel 1895 fu iscritto ai registri genealogici il primo esemplare di boxer di nome Flocki.
L'altezza al garrese degli esemplari maschi varia dai 57 ai 63 cm, per le femmine dai 53 ai 59 cm. Il peso dei maschi è compreso tra i 20 e i 40 kg, per le femmine tra i 20 e i 30 kg. Il muso corto e largo, detto pafusso, la testa non è pesante né troppo leggera; stop ben marcato; tartufo largo e un po' in su; le guance sono relativamente sviluppate ed il labbro superiore deve coprire interamente la bocca in modo da non mostrare i denti quando la bocca è chiusa. Gli occhi dei boxer sono scuri, espressivi e non troppo piccoli o sporgenti, in posizione sub-frontale o quasi sub-frontale (Bonetti).

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Boxer_(cane)

Bull Dog

Il Bulldog Americano è un cane di tipo molossoide originario della Gran Bretagna, inserito nel Gruppo 2 della Federazione cinofila internazionale.

Venne allevato in origine come cane da combattimento contro i tori; da più di cento anni la selezione viene fatta per carattere e quindi il Bulldog Inglese è oggi a tutti gli effetti un cane da compagnia.
Il suo aspetto è molto particolare. Visto di fronte appare basso sugli arti, largo, con anteriore fornito di zampe corte ma possenti e muscolose, lievemente angolate verso l'esterno (ma non mancine) la cui curvatura deve dipendere unicamente dalla massa muscolare molto sviluppata; il posteriore dovrebbe essere più stretto, con arti di lunghezza superiore rispetto all'anteriore, che fanno assumere al Bulldog Inglese una caratteristica linea detta a "dorso di carpa"; questa differente larghezza della parte anteriore e posteriore, inoltre, fa assumere al cane visto dall'alto una caratteristica forma "a pera".

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Bulldog_(razza_canina)

 


Il Bracco italiano è una razza di cani da caccia, di origini italiane.

Il bracco italiano è un cane conosciuto sin dall'Antica Grecia (è stato citato anche da Senofonte in una delle sue opere). Viene citato anche da Dante in un bellissimo sonetto Sonar bracchetti e cacciatori aizzare.... ed è un cane dall'occhio dolce e assolutamente di carattere docile.
Selezionato e apprezzato per le sue qualità venatorie, già nel XV secolo venne esportato dall'Italia alla corte dei Re di Francia.
Dopo un periodo di decadenza fra la fine del XIX e gli inizi del XX secolo, negli ultimi cinquanta anni il Bracco Italiano ha vissuto una nuova diffusione e si ripresenta oggi pienamente rigenerato a seguito di selezioni molto accurate che ne hanno salvato le caratteristiche originali.
Da prima della seconda guerra mondiale si mette in luce col proprio lavoro Paolo Ciceri, Presidente e fondatore della S.A.B.I., considerato il padre del Bracco Italiano.
Molti libri sono stati scritti da lui in materia, e i suoi cani, selezionati in modo quasi maniacale, sono stati considerati come uno standard di razza.
Alcuni di questi cani sono stati introdotti anche in Cile (Santiago, Las Codes) dal figlio Giancarlo.

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Bracco_italiano

 

 

Il Bull terrier è una razza canina di origine inglese.

Le origini della razza risalgono alla fine del XVIII secolo, quando fu creata in Inghilterra, la leggenda racconta con l'intento di dar vita ad un cane imbattibile durante i combattimenti tra animali in realtà venne creata come razza da show da James Hinks, fu così che nacque il Bull Terrier. Fu un allevatore di nome James Hinks, al quale probabilmente si deve la definizione della razza come oggi la conosciamo, che effettuò ulteriori incroci con il BullDog e con il White English Terrier: da questa selezione nel 1862 nacque quello che possiamo definire il primo vero esemplare di Bull Terrier, una femmina di nome Puss, che tuttavia non aveva ancora i tratti caratteristici del Bull attuale (come il naso "simile al maiale"), i quali furono infatti inseriti solo successivamente dai figli di Hinks, che ne continuarono la selezione.
Dalla prima presentazione fatta da Hinks ci fu un vero e proprio boom della razza e nel 1887 nacque il primo Club, mentre il riconoscimento avvenne nel 1933.
In seguito la razza si ampliò con l'aggiunta della variante miniature, che si diffuse soprattutto come cane da compagnia. Il primo club per questa variante venne fondato nel 1938, mentre il riconoscimento del miniature Bull Terrier avvenne nel 1939.
Inoltre al Bull bianco, che all'inizio era l'unica variante considerata valida, si aggiunse successivamente tramite degli incroci con degli staffordshire terrier la variante colorata, che venne definitivamente a far parte della razza solo negli anni '50.

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Bull_Terrier

 

 

Il Bullmastiff è una razza canina di origine britannica riconosciuta dalla FCI.

Il Bullmastiff è una razza canina inglese di tipo molossoide, ottenuta da allevatori al fine di selezionare un cane estremamente adatto alla guardia. I risultati conseguiti utilizzando Mastiff-Bulldog-Irish Wolfhound e Mastiff-Bulldog-Alano furono piuttosto scarsi. Migliori invece furono quelli ottenuti da Sam Mosley, che impiegò soltanto Bulldog e Mastiff, dando così vita al Bullmastiff, che in principio fu utilizzato anche per la ricerca e la cattura dei bracconieri. Fu riconosciuto come razza nel 1924.

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Bullmastiff

bassotto

Il Bassotto è una razza canina di origine tedesca caratterizzata dall'altezza proporzionalmente inferiore alla lunghezza; proprio la sua forma così curiosa lo rende particolarmente gradito ai bambini.

Si tratta di un cane da caccia e da compagnia, selezionato per seguire gli animali selvatici nel sottobosco intricato, e affrontarli anche nelle tane sotterranee. La razza, nelle sue 9 varietà, descritte da un unico standard, il n° 148, è l'unica appartenente al 4' gruppo della Classificazione della FCI. Le 9 varietà si distinguono per taglia (Standard, Nano e Kaninchen) e lunghezza e tessitura del pelo (corto, lungo o duro).La taglia non viene riferita all'altezza al garrese, ma alla circonferenza toracica, superiore ai 35 cm per il B. Standard, superiore ai 30 cm per il B. Nano, e fino ai 30 cm per il B. Kaninchen. Colori riconosciuti: pelo raso Nero focato, cervo e tipi di arlecchino, pelo lungo: nero focato, mogano e tipi di arlecchino, pelo duro: cinghiale, biondo grano, cioccolato e nero focato, le ultime due varietà sono molto poco diffuse causa la recessività del tipo di colore.

...continua...
http://it.wikipedia.org/wiki/Bassotto

beagle

Il Beagle è una razza di cani da caccia di taglia media (di origine inglese), in origine usati per lo più per cacciare animali come conigli, fagiani, volpi e lepri, oggi abbastanza diffusi come cani da compagnia.

I beagle sono la razza di cani più usata per la sperimentazione animale di laboratorio, a causa della sua selezione come cane da muta e della somiglianza del suo apparato cardiocircolatorio con quello umano.
 Per le loro attitudini venatorie i beagle sono definiti cani da lavoro, infatti sono una razza sottoposta a prova di lavoro anche per la proclamazione di campione italiano di bellezza.
Molto utilizzato in passato e ancora oggi nella caccia alla piccola selvaggina. Il Beagle è una razza piuttosto antica: già nel secolo XIII veniva menzionata in alcuni poemi. Fu la razza prediletta di Elisabetta I. È stato introdotto in moltissimi paesi europei, con eccellenti risultati. [...] La sua diffusione in Italia è avvenuta negli ultimi decenni, ma il suo ruolo, per la maggior parte dei casi, è solo quello di cane da compagnia.

...continua...http://it.wikipedia.org/wiki/Beagle_(cane)

torna indietro